image.asp-2

Stress e lavoro: sindrome da burn out (2)

La “sindrome del burnout” è una tipologia specifica di disagio psicofisico connesso al lavoro che interessa, in varia misura, diversi operatori e professionisti che sono impegnati quotidianamente e ripetutamente in attività che implicano le relazioni interpersonali. Tale problematica è stata descritta inizialmente da H. Freudenberger e da C. Maslach che portarono avanti le prime osservazioni su tale fenomeno dopo il 1970… Read more →

confusion

Stress e lavoro (1)

Tra le forme di stress che possono derivare dal lavoro, una peculiare tipologia è quella che può essere riscontrata nella cosiddetta “sindrome del burnout” che rappresenta una vera e propria forma di esaurimento o logorio derivante dalla natura di alcune mansioni professionali. Più precisamente si tratta di una esperienza soggettiva di cattivo rapporto con il lavoro, che viene vissuta generalmente… Read more →

numariani.1258589806

La cocaina e Freud

  Quella che segue è l’introduzione scritta dal dottor Bargellini per una nuova edizione di un vecchio classico della psicoanalisi ovvero: “Sulla Cocaina” di S. Freud. Nella speranza che possa stimolare la vostra curiosità alla lettura. Se escludiamo l’alcool sniffare, fumare, assumere cocaina rappresenta adesso la modalità più comune per accedere a stati di alterazione psicofisica . La cocaina non… Read more →

Schermata 2015-01-23 alle 18.27.41

Ansia, quando il corpo diventa prigione

  A volte l’ansia può essere così forte da rendere difficile per chi ne soffre anche la sua descrizione. I pazienti spesso riportano questa frase: “ ho paura di avere paura”. In effetti paura ed ansia possono avvicinarsi ma non sono la stessa cosa. L’ansia è uno stato di preoccupazione apparentemente indipendente da una situazione stimolo la paura è una… Read more →

Schermata 2015-01-14 alle 12.52.50

Anoressia e bulimia

Di recente il SIMA (Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza) ha pubblicato alcuni dati sulla diffusione dei disturbi almentari. I disturbi del comportamento alimentare (Dca) tendono ad umentare in Italia e l’allarme riguarda soprattutto i giovanissimi e in particolare le femmine. Durante il Corso Nazionale della Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza si identificavano circa 2 milioni di adolescenti italiani sofferenti di un… Read more →

Schermata 2015-01-05 alle 11.19.17

La dipendenza affettiva

      Sempre più spesso le persone portano come problema il proprio vissuto di dipendenza affettiva e paura dell’abbandono, tale realtà si accompagna ad un quadro clinico complesso fatto di ansia, timore, senso di perdita e profonda solitudine. Al di là delle diagnosi e delle etichette è importante ricordare che dipendenza affettiva e paura dell’abbandono potrebbero essere considerati i… Read more →

Schermata 2015-01-02 alle 09.23.21

Somatizzazione: caratteristiche, equivoci, trattamento (2)

    E’ l’ansia che provoca le somatizzazioni? I pazienti non capiscono esattamente come l’ansia “provochi” le somatizzazioni, di fatto perché non è così: l’ansia e le somatizzazioni vengono insieme, e sono prodotti di una condizione del sistema nervoso. Dire che è i sintomi corporei sono un problema d’ansia può significare due cose: che insieme all’ansia c’è una maggiore percezione… Read more →

Somatizzazione: caratteristiche, equivoci, trattamento

    Somatizzazione significa necessariamente sintomi “immaginari”? Le persone e i medici non mi credono.Spesso, approfondendo le varie ipotesi, e non trovando risposte, i sintomi somatoformi sono liquidati con un “non ha niente”, oppure “è ansia”. Se non è però affrontata con il soggetto la dinamica della somatizzazione, questo conserverà inalterata la convinzione che i suoi sintomi e la sua… Read more →

Il disturbo borderline di personalità

    La parola borderline fu utilizzata per la prima volta da Adolph Sternnel nel 1938 per descrivere un gruppo di pazienti che sfuggivano alle categorie diagnostiche del tempo. Per un lungo periodo il termine borderline è stato oggetto di dispute diagnostiche e epistemologiche, questo ha condotto all’odierna necessità di non considerare tale disturbo come una sorta di categoria residuale.… Read more →

Ansia e aspetti relazionali

L’ansia non è soltanto l’espressione di un disagio completamente interno all’individuo, ma rivela una sua natura relazionale e partecipata, lasciando intravedere nei suoi meccanismi di genesi e manifestazione il ruolo fondamentale dei nuclei d’appartenenza del paziente: famiglia, coppia, scuola, lavoro. Tutti i nostri comportamenti, ed i sintomi ansiosi non fanno eccezzione, possono trovare lettura, senso e soluzioni all’interno della rete… Read more →